01

Il libretto nasce dalla mia passione per il romanzo di Melville. Mette insieme il piacere della pittura con la ricerca tipografica, in pratica le cose che amo di più. L’ opera si presenta con un formato particolare, quasi una strettoia attraverso la quale spiare all’interno della storia. Illustrato a olio con pennellate astratte che inglobano i testi scelti e i caratteri mobili utilizzati come stampino che ne scandiscono i capitoli, cerca di raccontare l’essenza del romanzo, o meglio, quella che per me è l’essenza. Tra i toni plumbei dell’oceano immenso, il nero dello scafo della nave, il rosso del sangue e qualche leggero sprazzo di celeste, il libretto ci conduce all’interno del dramma, in un centinaio di pagine.

È stato stampato, in 200 copie e con la preziosa collaborazione di R. Padovano, dalle Officine Poligrafiche diTorino, su carta cotone 100% . Allestito a mano copia dopo copia- ogni copertina è lavorata singolarmente- e accompagnato da una stampa calcografica, il libretto si presenta con due copertine differenti. Una espone la calcografia della balena, l’altra ha il titolo a vista e la calcografia in ultima pagina. E stato presentato da NOPX a Torino a dicembre, si trova anche da NB, sempre a Torino e  a Roma da Scripta Manent.

“…era una limpida giornata d’un azzurro d’acciaio. I cieli dell’aria e del mare non si potevano quasi distinguere in quell’azzurro che tutto pervadeva….”