Sequenze fotografiche di scatti dimenticati o accantonati eppoi
ritrovati, ritagliati, rimescolati, per formare 'altre storie',
senza parole, nel linguaggio proprio dell'inconscio.